Notizie

Atm: cos’è, percorso, contatti, orari e rimborso covid

atm

ATM è l’azienda di trasporto pubblico milanese, una società controllata dal Comune che concede in esclusiva il servizio di trasporto pubblico locale nel capoluogo lombardo e in 46 comuni della metropolitana.

L’azienda si occupa della gestione, della sosta tariffata, dei parcheggi, del servizio di bike sharing, il sistema di controllo del traffico e del territorio ma anche le zone a traffico limitato area B, area C del capoluogo lombardo.

Percorsi ed orari

Il servizio di trasporto pubblico è garantito sia nei giorni festivi che feriali, con orari che variano in base alle linee e consultabili direttamente sul sito ufficiale della compagnia di trasporto. Tutti i mezzi viaggiano con il 50% della capienza disponibile, per evitare possibili assembramenti a bordo. Il servizio su strada comprende:

  • la filovia 90/91: che effettua un servizio no stop;
  • tram linea 9: che inizia tra le 4.00 e le 4.30 e termina tra le 2.00 e le 2.40;
  • linee tranviarie: che inizia tra le 4.30 e le 6.00 e termina tra l’1.00 e le 2.30;
  • autobus e filobus: che inizia tra le 5.30 e le 6.00 e termina entro l’1.45.

Il servizio della metropolitana comprende:

  • le linee M1, M2 e M3: che iniziano alle 5.30 e terminano alle 00.30;
  • la linea M5: che inizia alle 5.40 e termina alle 24.00.

Nelle giornate festive di Natale e 1° maggio il servizio è attivo con una riduzione dell’orario dalle 07.00 alle 19.30, mentre durante tutte le altre festività viene garantito con orario festivo.

La rete notturna di ATM

Quando le reti diurne chiudono si attiva l’orario notturno. Tutte le notti ad eccezione delle giornate del 30 aprile, 1° maggio, 24/25 dicembre, sono attive le seguenti linee:

  • linea sostitutiva M1 – M2 – M3;
  • filovia 90/91.

Durante il fine settimana, quindi nelle notti comprese tra venerdì e sabato, e tra sabato e domenica, e nel corso delle notti che precedono le festività sono attive dieci linee i cui percorsi dettagliati sono consultabili collegandosi sul sito dell’ATM.

Il costo del biglietto per la rete notturna è quello standard di 1.50 euro, utilizzabile su tutte le linee ATM, e se convalidato tra la mezzanotte e le 4.30, può assumere la validità fino alle 6.00. Di notte si possono acquistare i biglietti andando in uno dei parcometri presenti sul territorio milanese, che emettono biglietti validi solo per le linee su strada.

Radiobus di quartiere e contatti

Per tutti coloro che necessitano di transitare nelle ore notturne, all’interno del proprio quartiere esiste il Radiobus, un servizio su chiamata che accompagna i clienti alla destinazione desiderata come fosse un taxi. Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 22.00 alle 2.00 e lo si può utilizzare contattando il numero 02 48034803 oppure, in alternativa recandosi al capolinea del proprio quartiere.

Il servizio può essere prenotato a partire dalle 13.00 del giorno stesso. Non appena si sale a bordo basta comunicare la propria destinazione al conducente per essere accompagnati, comodamente a destinazione. Il biglietto è quello standard ATM e può essere acquistato direttamente sul mezzo senza ulteriori costi. Per ricevere maggiori informazioni sulle zone e gli orari consulta il sito ATM.

Rimborso covid

Molti pendolari erano soliti utilizzare i mezzi di trasporto pubblici prima dello scoppio della pandemia. Il decreto “Rilancio” ha istituito la possibilità di richiedere rimborsi da parte di coloro che non hanno potuto usufruire del proprio abbonamento. ATM, così come altre aziende di trasporto pubblico, ha attivato una procedura online che consentiva ai passeggeri di richiedere rimborsi e voucher.

Il decreto aveva previsto, infatti il diritto dei pendolari a ottenere un rimborso dei propri abbonamenti pagati e non convalidati a causa delle restrizioni del Covid, introdotte con il DPCM del 23 febbraio e del 25 marzo. Solo a metà agosto 2020 sono giunte le prime informazioni sulle procedure per l’ottenimento dei rimborsi.

Secondo la legge, la misura era valida per tutti quelli che possedevano un abbonamento per trasporto pubblico ferroviario e locale, in corso di validità per il periodo compreso tra il 23 febbraio e 25 marzo del 2020. Gli interessati dovevano autocertificare il mancato utilizzo del proprio abbonamento per un certo periodo di tempo e alla richiesta presentata al vettore andava allegata la documentazione che ne attestasse il possesso. Entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta il vettore, ha provveduto al rimborso secondo due modalità:

  • emettendo un voucher da utilizzare entro un anno dall’emissione;
  • prolungando l’abbonamento per un periodo pari a quello del mancato utilizzo.

La procedura per richiedere il rimborso era online e si eseguiva direttamente sul sito ATM. Il diritto prevedeva l’utilizzo di uno o due abbonamenti mensili da ottobre 2020 a febbraio 2021, a scelta del viaggiatore. Era necessario inserire un numero di tessera in corso di validità, il proprio codice fiscale per verificare l’ammontare del rimborso spettante.

Le richieste dovevano essere effettuate entro il 31 ottobre 2020. Dopo la procedura online, per il caricamento era necessario passare la tessera presso i totem che si trovano nelle aree della metropolitana vicino ai tornelli.

Come ti ha fatto sentire?

Eccitato
0
Felice
0
Innamorato
0
Incerto
0
Sciocco
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

More in:Notizie