Salute e benessere

Leucocitosi in gravidanza: quali sono le cause? Come abbassarli?

leucocitosi

I leucociti sono i globuli bianchi, che durante la gravidanza possono aumentare. Con le continue analisi del sangue prescritte dal ginecologo nel corso dei nove mesi, è possibile tenere sotto controllo una serie di valori compresi i leucociti. Scopriamo insieme quali possono essere le cause dell’aumento del valore e come intervenire.

Quali possono essere le possibili cause?

L’aumento dei globuli bianchi nel sangue può essere il segnale della presenza di un’infezione, di una malattia o di stress. La gravidanza però, è un evento a sé. Nel corso dei novi mesi di gestazione può avvenire che il numero dei leucociti aumenti poiché il corpo femminile è sottoposto a stress dal momento che si aspetta un bambino e l’organismo cambia.

Questo cambiamento comporta un possibile aumento della conta dei leucociti nelle analisi del sangue. L’aumento non deve allarmare se i valori sono sempre tenuti sotto controllo, attraverso esami mensili. Se l’unico valore ad essere aumentato è quello dei leucociti molto spesso non sembra esserci nulla di preoccupante.

I motivi per cui le donne durante la gravidanza possono avere un aumento dei globuli bianchi possono essere legati:

  • alla gravidanza stessa: che comporta uno stress sia fisico che mentale;
  • a un’infezione: i globuli bianchi fanno parte del sistema immunitario e un’infezione può provocarne un aumento;
  • una malattia o un’infiammazione autoimmune: come il lupus o l’artrite reumatoide che possono indurre all’aumento dei leucociti. Allo stesso modo in caso di infiammazione o reazione allergica il numero tenderà a salire;
  • a una leucemia: questa malattia produce attraverso il midollo osseo un tipo particolare di globuli bianchi e solo in casi rari le donne in gravidanza possono manifestare un cancro al sangue. Se viene diagnosticato, esistono varie opzioni di trattamenti che possono mettere al sicuro la salute della neomamma e del nascituro.

Quando consultare il medico?

I leucociti alti in gravidanza non vanno presi sotto gamba specie se correlati da sintomi fastidiosi o se accompagnati da altri valori alterati. Allo stesso tempo è bene non allarmarsi, perché tante volte può trattarsi di un fattore correlato alla gravidanza stessa e non è nulla di grave.

In ogni caso, i ginecologi consigliano sempre di parlarne con il proprio medico di riferimento alla presenza della prima anomalia. Se nella normalità, un aumento dei globuli bianchi può indicare la presenza di un’infezione in corso o di un’infiammazione è bene quindi, intervenire tempestivamente. Quando dalle analisi il valore dovesse invece, essere oltre la norma è consigliato parlare con uno specialista per comprenderne le motivazioni.

Il più delle volte in gravidanza è possibile che si manifesti un’infezione del tratto urinario che può portare a un aumento dei globuli bianchi, così come traumi o allergie ma anche l’assunzione di determinati farmaci che possono essere responsabili di queste possibili anomalie evidenziate nelle analisi del sangue.

Parlane sempre con il tuo medico per capire insieme la possibile causa e trovare il rimedio più adatto per intervenire, riportando così il valore dei leucociti entro il livello considerato “normale”. Inoltre, ricorda sempre di sottoporti a controlli periodici nel corso della tua gravidanza per essere sicura che tutto proceda nel migliore dei modi.

Come ti ha fatto sentire?

Eccitato
0
Felice
0
Innamorato
0
Incerto
0
Sciocco
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.