Salute e benessere

Steroidi per allenarsi: effetti collaterali e controindicazioni

Steroidi

Gli steroidi anabolizzanti vengono utilizzati dagli atleti per pompare i muscoli e migliorare le prestazioni sportive. L’uso sconsiderato può avere delle controindicazioni e produrre degli importanti effetti collaterali per l’organismo.

Cosa sono gli steroidi

Gli steroidi sono dei composti chimici derivati dal colesterolo, così come il testosterone, il cortisone, il cortisolo, l’estradiolo e la vitamina D3 (per rafforzare ossa e denti). Hanno in comune la struttura base steranica ma si differenziano per una o più modifiche agli anelli della catena in C17 che ne alterano l’attività biologica. Ne deriva che gli steroidi fanno parte della vita quotidiana. In ambito medico, infatti, vengono impiegati come antinfiammatori e immunosoppressori, per contrastare le infiammazioni croniche e le malattie autoimmuni.

Nel settore sportivo, invece, il testosterone e i derivati sintetici (o steroidi anabolizzanti) offrono un chiaro vantaggio sulle prestazioni e il recupero sia dagli infortuni che dall’allenamento intensivo. Ampiamente considerati farmaci dopanti, aumentano la massa muscolare riducendo quella grassa, migliorano la resistenza allo sforzo fisico e di conseguenza garantiscono importanti performance sportive. Vengono utilizzati infatti per quelle discipline particolarmente faticose, come ciclismo, sollevamento pesi, lotta libera, lancio del peso, motociclismo, sci di fondo, lotta libera, body building, ma rendono la competizione scorretta nei confronti degli atleti che non ricorrono ad aiuti extra. Oltre a rischiare la squalifica con importanti conseguenze legali, gli steroidi mettono a rischio la salute.

Quali effetti collaterali possono comportare gli steroidi?

L’uso di anabolizzanti a lungo termine può comportare dipendenza. Non si tratta quindi più di una iniezione o di una compressa ogni tanto, ma si perde totalmente il controllo della situazione. Il doping offre un fisico ben scolpito, vene in evidenza, il top per i sollevatori di pesi. A chi corre o pratica ciclismo, invece, dà una carica di adrenalina utile per rendere l’allenamento meno faticoso con ottime prestazioni. Chi entra nel giro degli anabolizzanti difficilmente riesce a tirarsene fuori in maniera cosciente e consapevole.      Tra gli altri effetti collaterali noti si registrano:

  • Scompensi del sistema cardiovascolare con aritmie, ipertensione, ridotta vasoreattività, cardiopatie ischemiche, ridotta coagulazione.
  • Alterazioni del sistema riproduttivo con atrofia testicolare, riduzione progressiva della fertilità fino all’azoospermia, tumori testicolari, ipertrofia prostatica benigna.
  • Problemi al fegato tra cui insufficienza epatica, possibili emorragie interne, ittero colestatico.
  • Problemi ai reni come blocco renale, insufficienza renale cronica, glomerulosclerosi focale e segmentale.
  • Riduzione dell’efficienza del sistema immunitario, con alterazioni dell’equilibrio delle citochine infiammatorie/antinfiammatorie.
  • Alterazioni estetiche come alopecia androgenetica, virilizzazione nella donna, acne cistica, smagliature, pelle grassa.
  • Comparsa di disturbi psichiatrici, sbalzi d’umore, depressione, manie, cali della libido.

L’abuso di steroidi anabolizzanti può comportare anche effetti più drastici come infarti, tumori e morte.

Il mercato degli steroidi

La maggior parte degli atleti che fa uso di steroidi (anche quelli che sono venuti a mancare) è a conoscenza degli effetti collaterali delle sostanze sintetiche. Tuttavia, ciò che più alletta è l’effetto sulla massa muscolare e l’energia che sono in grado di fornire. Ogni anno, il mercato degli steroidi è sottoposto a severi controlli. La legge 376/2000 configura il doping come reato penale, punibile fino a tre anni di reclusione. Più difficili da controllare sono i mercati clandestini, tra cui rientrano anche gli e-commerce. Spesso chi immette sul mercato iniezioni o compresse di steroidi, trova sempre nuovi escamotage per non farsi beccare dalla polizia postale e dalle forze dell’ordine più in generale.

Le sostanze chimiche vengono vendute all’interno di flaconcini che ufficialmente contengono degli integratori che migliorano la forma fisica, le prestazioni sportive e favoriscono il recupero dopo un allenamento intensivo. Di solito, le etichette riportano ingredienti leciti ma a un attento esame di laboratorio si evidenziano ormoni chimici vietati negli eventi sportivi. Questi sistemi sono in continua evoluzione, per cui non è semplice rimanere sempre al loro passo.

Come ti ha fatto sentire?

Eccitato
0
Felice
0
Innamorato
0
Incerto
0
Sciocco
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *