Salute e benessere

Braccio destro indolenzito: che cosa fare? Cosa lo può provocare?

braccio

Alcune reazioni del nostro corpo, a volte, sono totalmente normali. Quando si presentano in modo particolarmente intenso o frequente, però, può succedere che destino qualche preoccupazione. Una di questi fastidi è spesso costituito dalla sensazione di avere il braccio destro indolenzito, che può manifestarsi sia come indolenzimento vero e proprio che come formicolio o perdita di sensibilità sull’area. Le cause che possono celarsi dietro un disturbo apparentemente innocuo sono diverse, e non andrebbero mai sottovalutate.

Se ultimamente vi è capitato di avvertire un indolenzimento del braccio destro, quindi, farete meglio a continuare a leggere per scoprirne sia le cause che cosa fare per migliorare il vostro stato di salute prima che sopraggiungano disturbi più importanti e debilitanti.

Braccio destro indolenzito: le cause più frequenti

Avvertire dolore al braccio destro è un sintomo piuttosto generico e non strettamente legato a una patologia o a un disturbo particolare. Tuttavia, può costituire un campanello di allarme in grado di mettervi in guardia su possibili evoluzioni più gravi.

Una delle preoccupazioni più frequenti è relativa al rischio di attacco cardiaco. In questo caso, però, potete stare tranquilli: è il braccio sinistro quello interessato dal dolore che precede un infarto, e non il destro.

In ogni caso, il primo step è quello di individuare la provenienza del dolore, dal momento che nel braccio troviamo ossa, tendini, nervi e muscoli e che ognuno di questi elementi può essere interessato da fratture (relativamente alle ossa), infiammazioni, traumi e altri disturbi.

Tra le cause dell’indolenzimento al braccio destro più frequenti, comunque, possiamo trovare:

  • scoliosi
  • ipotiroidismo (nel caso di formicolio al braccio destro)
  • artrosi cervicale
  • epicondilite
  • artrite reumatoide
  • sforzo eccessivo
  • carenza dal punto di vista vitaminico
  • sollecitazioni ripetute
  • postura incorretta protratta per lunghi periodi
  • stiramenti e strappi muscolari
  • traumi (anche sportivi e lontani nel tempo)
  • contusioni
  • lussazioni
  • gomito del tennista
  • tendinite del sovraspinoso
  • problemi legati alla circolazione sanguigna

In alcuni rarissimi casi, poi, il formicolio e il braccio destro indolenzito possono essere legati all’insorgenza del tumore al seno.

Cosa fare in caso di indolenzimento del braccio destro

Fermo restando che il primo passo resta quello di consultare il proprio medico di fiducia, a maggior ragione se il braccio destro indolenzito è un disturbo che vi colpisce in modo frequente, ci sono alcuni rimedi che si possono mettere in atto in modo autonomo.

In primo luogo va determinata la causa dell’intorpidimento del braccio, che costituisce il punto di partenza per una corretta diagnosi e, quindi, cura. In secondo luogo, deve essere considerata la frequenza con cui si avverte il disturbo. Se, infatti, si presenta in modo frequente e intenso, rendendo difficili anche le normali attività quotidiane, il consiglio degli esperti è quello di recarsi presso una clinica specializzata il prima possibile.

Le figure professionali e sanitarie di riferimento in questi casi sono costituite da reumatologi, ortopedici, osteopati e fisiatri, ma non deve essere tralasciata l’opportunità di consultare anche un cardiologo per fugare ogni dubbio.

Consigli per chi soffre di indolenzimento del braccio destro

Nel caso in cui all’indolenzimento faccia seguito il dolore, specialmente quando il braccio effettua determinati e specifici movimenti, c’è il rischio di trovarsi a che fare con una frattura. È quindi consigliabile non solo rivolgersi al proprio medico curante, ma anche evitare accuratamente di muovere e a maggior ragione sforzare l’arto.

Se invece si avverte il braccio destro indolenzito solo dopo una intensa attività fisica, o comunque in modo occasionale, prima di allarmarsi è consigliato dedicarsi al riposo. Potrebbe infatti trattarsi di un semplice sovraccarico.

Infine, se capita di sentire le braccia che si addormentano durante il sonno, magari con formicolii alle mani e perdita di sensibilità, spesso la causa è legata alla zona della cervicale, alla sindrome del tunnel carpale o a una infiammazione del nervo ulnare. In questi casi può essere utile rinforzare i muscoli e assumere integratori a base di potassio.

Come ti ha fatto sentire?

Eccitato
0
Felice
0
Innamorato
0
Incerto
0
Sciocco
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *